Comune di Nuoro presenta il bilancio

Non ci saranno nuove tasse, né tagli di servizi e saranno date delle risposte politiche ad enti in sofferenza come come la biblioteca Satta o la società per la gestione dei rifiuti. Lo annunciano Andrea Soddu e Giuliano Sanna, rispettivamente sindaco e assessore al Bilancio di Nuoro, città in dissesto finanziario, con debiti accumulati per circa 60 milioni di euro - in gran parte per cause di espropri risalenti a molti decenni fa - che domani presenteranno il bilancio in Consiglio comunale. "Sarà un bilancio organico capace di confermare le scelte strategiche dell'amministrazione, basate sull'ottimizzazione delle risorse, sull'attenzione alla spesa, sull'assicurazione dei servizi, sulla lotta all'evasione fiscale, sulla valorizzazione del patrimonio immobiliare e sulle azioni di gestione attiva del debito - spiega l'assessore Sanna -. Abbiamo un debito storico che significa per le nostre casse circa 3 milioni di risorse che annualmente vengono sottratte ai servizi pubblici, per i nuoresi un livello di indebitamento pro-capite che non ha eguali in Italia. Per questo la città non può essere lasciata a se stessa. Se davvero vogliamo rilanciare l'economia delle zone interne, infatti, non possiamo prescindere dalla salute dei conti e dai servizi che il capoluogo deve erogare. Noi ci stiamo provando - conclude l'assessore - con tutte le nostre forze e gli indicatori esposti ci dicono chiaramente che siamo sulla strada giusta". "Ora è il governo nazionale e la Regione Sardegna che devono fare la loro parte - sottolinea il sindaco Soddu - il presidente della Camera Roberto Fico ha parlato dall'urgenza di una legge per aiutare i Comuni indebitati, la Regione ha già gli strumenti per cambiare la situazione, si passi all'azione". (ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Orosei

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...